Il regolamento n. 864/2007 dell’11 luglio 2007 sulla legge applicabile alle obbligazioni non contrattuali (Roma II) va modificato. Manca, infatti, una norma che consenta di individuare con certezza la legge applicabile alla responsabilità per danni derivanti dalle violazioni del diritto al rispetto della vita privata e dei diritti della personalità. Ne ha discusso, nella seduta del 25 gennaio 2012, la Commissione giuridica dell’europarlamento che ha passato in rassegna le raccomandazioni proposte dal relatore Diana Wallis e gli emendamenti da apportare al regolamento (888324it). In primo luogo, la legge da applicare nei casi di diffamazione, che dovrebbe essere quella del paese in cui si verificano o sono suscettibili di verificarsi l’elemento o gli elementi più significativi della perdita e del danno. Se però è adito il giudice del luogo in cui il querelante risiede abitualmente e in cui ha il centro degli interessi principali si potrà applicare questa legge. Indispensabile, poi, l’accesso a forme alternative di soluzione delle controversie.

Scritto in: cooperazione giudiziaria civile, regolamento n. 864/2007 | in data: 10 febbraio 2012 |
Parole Chiave: //