Consiglio d’Europa: migrazioni utili per combattere l’inverno demografico. L’aumento di migranti dovuto anche ai cambiamenti climatici

Gli Stati non cooperano per affrontare il fenomeno migratorio, in costante crescita. Che non deve essere visto come un problema ma come un modo per modernizzare la società e, in Europa, anche come strumento per affrontare “l’inverno demografico”. Lo scrive il Relatore Duarte Marques dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa nel rapporto n. 14342 del 12 giugno 2017 (14342) dal titolo “A comprehensive humanitarian and political response to the migration and refugee crisis in Europe”,  che ha portato l’Assemblea parlamentare ad adottare la raccomandazione n. 2108 del 26 giugno (2108) e la risoluzione n. 2173 del 28 giugno 2017 (2173). Tra le richieste, un maggiore impegno per arrivare all’adozione di una convenzione internazionale che sia incentrata sugli aspetti dei cambiamenti climatici. Gli Stati, poi, nella predisposizione di interventi interni devono tenere conto degli standard internazionali e della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, con risposte basate sul principio del rispetto della dignità umana e del principio di solidarietà.

Scritto in: Consiglio d'europa | in data: 24 luglio 2017
Parole Chiave: //

Scrivi il tuo commento a “Consiglio d’Europa: migrazioni utili per combattere l’inverno demografico. L’aumento di migranti dovuto anche ai cambiamenti climatici”:

Rispondi